Il successo a lungo termine del trattamento di HIV: impatto del COVID-19 sulla gestione di HIV/AIDS dopo due anni di pandemia

  • Tipologia FAD
  • Data 23/06/2022
  • Luogo VIRTUAL
  • Programma Visualizza
Immagine evento

Razionale

Secondo un nuovo rapporto pubblicato dal Fondo globale, nel 2020-2021 la pandemia da COVID-19 ha avuto un impatto devastante sulla lotta contro HIV, Tubercolosi e Malaria. 

Il rapporto sui risultati mostra che, sebbene siano stati compiuti dei progressi, per la prima volta nella storia del Fondo globale i risultati programmatici principali hanno registrato un calo. 

Il rapporto evidenzia inoltre una riduzione significativa dei servizi di test e prevenzione dell’HIV per popolazioni chiave e vulnerabili che erano già sproporzionatamente colpite. Rispetto al 2019, il numero di persone raggiunte dai programmi e dai servizi di prevenzione dell’HIV è diminuito dell’11%, mentre il numero di giovani raggiunti dai servizi di prevenzione è diminuito del 12%.

Il numero di madri in terapia farmacologica per prevenire la trasmissione dell’HIV al feto è diminuito del 4,5%. I test per l’HIV sono diminuiti del 22%, frenando l’avvio del trattamento di questo virus nella maggior parte dei Paesi.

Per l’Italia, si parla di quasi 18 milioni di servizi sospesi nel corso del lockdown o non effettuati per timore del contagio da parte dei cittadini. Questo richiede un grande sforzo nella gestione sanitaria delle cronicità, soprattutto se si tiene conto dell’aumento dei contagi registrato negli ultimi mesi. Le mancate visite, terapie e attività diagnostiche possono generare una maggiore progressione delle cronicità: il sistema rischia quindi di poter intervenire solo nelle fasi più gravi, con maggiori costi sia per la salute degli assistiti sia per la sostenibilità del sistema stesso.

Gli assistiti affetti da condizioni croniche sono stati seguiti a livello territoriale con minore intensità nell’ultimo anno rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti, con particolare riguardo all’assistenza specialistica e al follow-up diagnostico. La riduzione più contenuta dell’aderenza terapeutica è in parte  attribuibile al sistema telematico attivato all’inizio della pandemia in alcune Regioni ed in alcuni ospedali: questo però ha portato, come voluto, ad una drastica diminuzione dei contatti fisici tra pazienti e medici.

E’ quindi fondamentale che i servizi si organizzino per garantire sia le cure per i malati di COVID-19 sia la continuità di assistenza per i malati cronici. In caso contrario, il “rallentamento” della presa in carico per le cronicità si sommerebbe all’impatto diretto della pandemia sulla salute dei cittadini, con un esito fortemente negativo. 

L’impatto del COVID-19 si è fatto sentire sulla gestione della terapia e sul monitoraggio dei pazienti con infezione da HIV. 

Il Gruppo Infettivologico Lombardo (GIL) con questo evento educazionale formativo si propone di affrontare i problemi legati all’impatto di COVID-19 sulla gestione di HIV/AIDS dopo due anni di pandemia.

Questo approfondimento propone un aggiornamento scientifico ed una analisi sull’impatto che COVID-19 ha avuto negli ultimi due anni sulla gestione della diagnosi e del trattamento da parte dei servizi sanitari di patologie croniche di pertinenza infettivologica come l’infezione da HIV.

Obiettivo Formativo

Linee guida - protocolli - procedure

Responsabile Scientifico

Dottor Giuliano Rizzardini
Direttore reparto Malattie Infettive 1
ASST Fatebenefratelli - Ospedale Sacco di Milano
Milano

Faculty

BONFANTI PAOLO
Monza

BONORA STEFANO
Torino

CROCE DAVIDE
Castellanza (VA)

D’ARMINIO MONFORTE ANTONELLA
Milano

GIANOTTI NICOLA
Milano

GORI ANDREA
Milano

RIZZARDINI GIULIANO
Milano

RIZZI MARCO
Bergamo

Requisiti di Sistema

Per la fruizione e l'accesso al corso ECM saranno necessari computer (Windows o Mac) oppure smartphone/tablet (iOS/Android),

Browser di navigazione:

  • Google Chrome (consigliato)
  • Microsoft Edge (nuova versione basata su Chromium) (consigliato)
  • Firefox
  • Opera
  • Safari
  • Browser mobile: Apple Safari (iOS), Google Chrome (Android)

I seguenti browser non sono supportati:

  • Microsoft Internet Explorer
  • Microsoft Edge (versione precedente non basata su Chromium)

Attività obbligatorie

È necessario seguire il 90% dell'attività formativa.
Al termine del Congresso, verranno resi disponibili i questionari di valutazione e di gradimento.
Il discente avrà 72 ore di tempo per compilare i questionari entrambi indispensabili per l'ottenimento dei crediti ECM.
Questionario di valutazione (obbligatoriamente a risposta multipla e doppia randomizzazione).

La normativa ministeriale in vigore dal 23/06/2014 prevede che:

  • numero massimo di tentativi a diposizione: 5
  • soglia di superamento: 75% delle risposte corrette

Cliccando sul bottone ISCRIVITI, se l’utente non ha effettuato login viene rimandato alla relativa pagina all’interno della quale deve obbligatoriamente inserire le credenziali di accesso per potersi iscrivere all’evento,

Se già effettuato login, verrà visualizzata apposita pagina riepilogativa del corso,

  • Data: 23 giugno 2022
  • Orario: 13:00 - 18:00
  • Crediti ECM: 7,5 crediti
  • Iscrizione Evento: gratuito
  • Partecipanti: 150
  • Tipologia: FAD
  • ID ECM: 265-350519
  • Provider ECM: 265
  • Ore formative: 5

Vuoi partecipare a questo evento?

Solo gli utenti registrati al sito possono partecipare.

Accedi Registrati
image
Con il contributo educazionale non condizionante di:
Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri eventi & corsi?

Iscriviti alla NEWSLETTER NADIREXECM.IT

Il nostro team

Contattaci